Calabria al futuro
28 novembre 2017
MISS AMERICA ALLO SCHIOPPO
2 dicembre 2017

Nella City sapori di Calabria

Calabria nel mondo - Incontri

Francesco Mazzei, nel suo ristorante londinese “L’Anima”, promuove la cucina della sua terra d’origine

Angela Altomare

Nel cuore finanziario di Londra la cucina più apprezzata dai londinesi parla italiano, anzi calabrese.

Vicino a Liverpool Street, tra gli edifici dei grandi colossi finanziari e bancari, il ristorante “L’Anima” è un vero e proprio tempio della cucina mediterranea. Qui Francesco Mazzei, chef calabrese e titolare del ristorante, porta in tavola gusti e sapori della tradizione culinaria italiana rielaborati in chiave contemporanea.

La sua cucina semplice, ma allo stesso tempo raffinata, non è passata inosservata alla stampa britannica. Oltremanica a definire il suo ristorante, infatti, come uno dei più quotati di Londra, non sono solo le prestigiose guide gastronomiche come l’”Harden’s” o la “Square Meal”, ma le pagine autorevoli dell’Indipendent e del The Guardian .

L’anima della cucina del suo ristorante però è quella della sua terra d’origine. Nella carta dei vini sono tante le etichette calabresi proposte, come il “Greco” e il “Magliocco”. Nei menù non mancano i piatti preparati con prodotti della sua regione, come la ‘nduja, il begamotto e il peperoncino. D’altronde se gli si chiede quale sia il prodotto che non potrebbe mai mancare nella sua cucina, lo chef non ha dubbi “l’olio d’oliva prodotto nella zona della piana di Cerchiara”.

“La mia – dice Francesco Mazzei – è la cucina della mamma preparata con le mani dei grandi cuochi”.

Una passione quella per i fornelli nata da piccolo, quando ancora viveva a Cerchiara di Calabria, un piccolo centro vicino all’Alto Ionio Cosentino. All’età di nove anni eccolo insieme al fratello lavorare durante la stagione estiva per arrangiare qualche soldo nella gelateria dello zio a Villapiana. “Non venendo da una famiglia ricchissima – racconta – cercavamo di guadagnare qualcosa per comprare come ogni adolescente dell’epoca i famosi jeans Lewis e le Nike”.

Anni dopo lasciò la Calabria per andare a lavorare in un hotel a cinque stelle di Roma. “Ero già un cuoco abbastanza bravo – ricorda – ma il mio inglese non era molto buono. Il direttore dell’hotel, allora, mi mandò a Londra per studiarlo”.

Arrivato nella capitale britannica, Francesco Mazzei ebbe l’opportunità di lavorare al Dorchester, che all’epoca era considerato uno dei migliori hotel del mondo.

Da allora, complici le molteplici e allettanti opportunità di lavoro offerte e il fascino di una città come Londra, non andò più via.

Nella capitale britannica oggi Francesco Mazzei è considerato un vero e proprio ambasciatore dei prodotti made in Calabria. “La cucina calabrese – assicura – con i suoi sapori forti e piccanti potrebbe veramente contribuire alla diffusione dell’italianità all’estero. Qui è una cucina poco conosciuta. La cucina piccante per i londinesi appartiene alla tradizione culinaria indiana o cinese.

ITACA n. 15