Donne coraggio

155
Storie dolorose di partenze, separazioni, ricongiungimenti. Le hanno raccolte in un libro Silvana Toia e le sue amiche.
Non dimentichiamo, dicono, che è importante comprendere il passato per poter apprezzare il presente e costruire il futuro

Silvana Tola

All’età di 14 anni sono partita per l’Australia. Voglio tanto bene alla mia terra natia, ma ho imparato presto ad amare anche la
mia terra d’adozione. Quando eravamo ancora a Gizzeria osservavo mia madre Rosa lottare duramente per portare avanti due figlie da sola, senza marito. Posso testimoniare le sofferenze di tante altre donne, che come mia madre hanno affrontato sacrifici indescrivibili per mandare avanti la famiglia. Avevo un profondo desiderio di documentare il contributo all’esperienza migratoria di tante donne calabresi, umili come mia madre, che hanno vissuto una vita apparentemente semplice, ma che in realtà hanno giocato un ruolo straordinario. E così, assieme alle amiche Gina Carnovale Polito e Silvana Nero – e con l’aiuto di mia figlia Emilia, disegnatrice grafica – abbiamo ritenuto importante raccogliere e condividere questi ricordi con il pubblico, sia italiano che australiano, prima che andassero persi per sempre. Il progetto maturò in occasione di una mostra, nel 2004 nel Nord di Sydney, dove noi viviamo, con l’idea di mettere a fuoco, soprattutto, il tema della separazione e del ricongiungimento delle famiglie, visto principalmente attraverso gli occhi delle donne. Il libro che ne è nato è Sempre Con Te, accolto con tanto entusiasmo in Australia e che ha ricevuto il primo premio dell’Associazione Nazionale per le Tradizioni Storiche, nel 2010. Nel libro si racconta come l’inserimento e i primi anni siano stati molto difficili perché si dovevano superare le difficoltà della lingua, abituarsi a una nuova cultura, farsi accettare e fare nuove amicizie.
Soprattutto occorreva non farsi soffocare dalla nostalgia per la nostra terra e per i parenti lasciati nel vecchio mondo. Abbiamo organizzato il volume in quattro sezioni: La vita nel villaggio, Il viaggio, L’arrivo, La ricongiunzione e la vita nel nuovo mondo. Il periodo storico è di mezzo secolo, dal 1920 al 1970. Abbiamo intervistato tante donne, ma purtroppo abbiamo potuto inserire soltanto nove testimonianze: separazione dai mariti che erano emigrati.